4 Consigli per diventare investitore

Se hai letto i miei consigli su come risparmiare a questo punto avrai messo da parte un bel po’ di soldi. Adesso voglio insegnarti a diventare investitore.
Sto scherzando, non si tratta di consigli ma semplice regole di buonsenso che sicuramente già conosci, ma che tutti dovrebbero applicare per riuscire a mettere da parte qualche soldo.
Se hai trovato un buon metodo per risparmiare il passo successivo è imparare a investire quel denaro in modo che frutti qualcosa. Anno dopo anno grazie all’interesse composto quel capitale aumenterà.

Se stai cercando di informarti su come investire il denaro, avrai sicuramente notato che il risparmio non rende nulla, tasse, inflazione, costi bancari, opostali riducono giorno dopo giorno il capitale messo da parte con tanta fatica.

“Purtroppo oggi si devono fare investimenti più rischiosi per ottenere quello che un tempo si otteneva parcheggiano la liquidità in obbligazioni sicure”.

Il problema dell’investimento di oggi è che devi rischiare molto di più rispetto a qualche anno fa quando bastava investire in titoli di Stato e dormire sonni tranquilli.
Oggi crisi bancarie, andamento incerto dell’economia, organi di controllo che non controllano come dovrebbero vedi i casi delle banche, oppure il caso Bio-on, non fanno dormire sonni tranquilli ai risparmiatori.

1) Quindi il primo investimento deve essere su te stesso, se hai appena finito la scuola devi sapere che il percorso di studi non finisce con il diploma,oppure con la laurea. Anzi il tuo percorso di studi sta per iniziare, quindi leggi, leggi e ancora leggi, per imparare tutto quello che la scuola, o università, non ti ha insegnato.
Il consiglio è valido anche per una madre, o un padre, che vuole investire per il futuro della propria famiglia, o per altri mille motivi.
Non hai tempo per leggere? Bastano 30 minuti al giorno di lettura per migliorare.

2) Prima di investire impara a conoscere gli investimenti, le differenze tra strumenti finanziari. I costi non solo quelli che paghi per l’investimento, ma anche il rischio che corre a investire sul quello strumento finanziario.

3) Evita strumenti finanziari complessi, che non conosci, oppure strumenti troppo speculativi come il trading, oppure le opzioni che si avvicinano più al gioco d’azzardo che all’investimento.
Rischi di perdere il capitale in poco tempo, e regalare soldi in commissioni.

4) Non investire solo nei prodotti offerti allo sportello bancario, o postale, questo perché di solito vendono quello che conviene a loro. E sul mercato si trovano prodotti più convenienti. Capisco che il fai da te è pericoloso, ma anche affidarsi solo allo sportello bancario, o postale, potrebbe essere controproducente.

  • Primo perché banche e poste devono vendere per incassare le commissioni. Sono diventati supermercati di prodotti finanziari.
  • Secondo perché, a causa del punto primo, devono vendere qualsiasi cosa e non guardano il profilo di rischio dell’investitore.

Non sto dicendo che non ti devi fidare, ma informati per capire se quello che ti stanno offrendo è adatto al tuo profilo di rischio, e se in giro non trovi qualcosa di simile che costa meno.
Di esempi di risparmio tradito ne abbiamo tanti, vedi i diamanti venduti allo sportello bancario. Vedi i fondi immobiliari poi falliti venduti allo sportello postale.