Amazon fa anche concorrenza ai venditori terzi

Se sei un commerciante e utilizzi Amazon per vendere i tuoi articoli sicuramente lo avrai notato non può esserti sfuggito.
Non mi riferisco agli annunci sponsorizzati ormai diventati indispensabili per dare visibilità alle inserzioni e che creano ancora più concorrenza tra venditori.
Ma ai prodotti con marchio Amazon in vendita. In futuro ne risentirai sulle vendite ed è meglio che ti muovi in anticipo.

Hai visto su Amazon quanti prodotti in vendita ci sono con il marchio Amazon?

Amazon ha iniziato a fare concorrenza ai venditori che utilizzano la sua piattaforma per vendere. In che modo? Si fa produrre gli articoli più richiesti da aziende terze che vengono venduti con il marchio Amazon.

Da quelli meno costosi di uso comune come ad esempio le batterie usa e getta o ricaricabili, articoli di cancelleria come le matite, a quelli tecnologici come le porte usb.

Lo può fare grazie all’enorme quantità di dati in suo possesso che tutti noi lasciamo quando usiamo Amazon, anche solo per fare una ricerca sul prezzo di un prodotto. E gli algoritmi che masticano i dati e sfornano previsioni. Lo può fare grazie alla forza del suo brand. I suoi bot sono in grado di capire in anticipo quale prodotto avrà successo e a quale prezzo metterlo in vendita.

Cosa fare a questo punto se sei un venditore?

Stare alla larga dalla vendita di articoli simili a quelli venduti con marchio Amazon per evitare le concorrenza di Amazon e venderli da altri parti? Oppure vendere prodotti dove Amazon non è ancora presente?
Ma se Amazon ha iniziato a farsi produrre un certo tipo di articoli perchè c’è richiesta. Allora il venditore potrebbe sfruttare questa informazione per mettere in vendita gli stessi prodotti. Il problema potrebbe essere il prezzo di vendita che deve essere inferiore a quello di Amazon, inoltre si deve sponsorizzare le inserzioni perché gli algoritmi di Amazon metteranno in evidenza i prodotti Amazon.