Carte prepagate con e senza Iban Isee 2020

Da qualche tempo anche le carte conto e carte prepagate sono state inserite per il calcolo dell’Isee.
Per questo strumento di pagamento per ottenere la certificazione si deve indicare giacenza media e saldo del 31 dicembre, come per conti corrente, conti deposito, e libretti.
Solo che per queste due categorie di servizi bancari, o postali, è semplice ottenere la giacenza media. Di solito basta guardare nell’estratto conto, oppure online dal proprio internet banking.

Per le carte prepagate è più complicato ottenere questo dato perchè non viene rilasciato automaticamente ma si deve fare richiesta.

Piccola premessa, so che stai pensando se non dichiaro la carta prepagata nel’ISEE cosa succede?
Non puoi evitare di dichiarare che sei titolare di una carta conto, perché risulta dal tuo codice fiscale. Quando andrai al CAF per il calcolo risulterà automaticamente di quanti conti correnti sei titolari, libretti, carte di credito, prepagate ecc..

Ogni banca o emittente di carta prepagata applica procedure diverse per rilasciare questo dato. Vediamone alcune.

Diverse banche danno la possibilità di scaricare la certificazione in formato pdf con la giacenza media della carta prepagata online dopo che è stata fatta la richiesta o tramite e-amil, o tramite contatto telefonico chiamando l’assistenza clienti.

La maggioranza delle banche rilascia la giacenza media dopo che il titolare della carta prepagata ha presentato la richiesta allo sportello bancario dove ha richiesto la carta prepagata. Edeve essere il titolare a fare richiesta. Molte di queste carte prepagate non hanno l’estratto conto annuale.