Certificazione Isee come si calcola

Se ti serve la certificazione Isee che attesta la situazione economica della tua famiglia per richiedere prestazioni sociali hai due strade. Quella più semplice rivolgersi al Caf, anche perchè ogni anno il calcolo dell’Isee viene modificato con l’inserimento di nuovi campi e di nuovi dati da inserire.
L’altra strada più complicata da percorre con il classico fai-date basterà collegarsi al sito dell’Inps inserendo il pin e codice fiscale e compilare la domanda online.

Compilare Certificazione Isee online.

Se scegli questa strada dovrai avere a portata di mano tutti i documenti necessari per il calcolo dlel’Isee come saldo del conto corrente al 31 dicembre, compreso la giacenza media.
Questi dati li trovi nell’ultimo estratto conto, se hai un conto online numerose banche riportano la giacenza media non solo nell’estratto conto ma in una pagina realizzata appositamente per il calcolo della giacenza media.
Se hai libretti di risparmio o carte prepagate con o senza Iban, anche in questo caso dovrai riportare giacenza media e saldo di fine anno. Se hai valori mobiliari come azioni, obbligazioni, conti deposito, oppure una casa di proprietà ecc..
Se hai un mutuo ti serve il documento che attesti la quota di capitale residua, rilasciato dalla tua banca.

Calcolare Isee con simulatore.

Prima di procedere con il calcolo vero e proprio, per avere una stima dell’Isee puoi utilizzare il simulatore dell’Inps, che ti darà il valore dell’Isee. Ma ricorda che:
1) Questo dato non è valido per la certificazione.
2) Si tratta solo di una simulazione.
3) Il simulatore si può utilizzare anche senza registrarsi al sito Inps.

Conclusione.
Per non commettere errori è meglio rivolgersi a un Caf, se siete esperti potete anche compilare la domanda online.
Ecco gli errori da non commettere quando compili l’Isee.
Non usare il valore del simulatore che trovi sul sito Inps e che puoi utilizzare anche senza registrazione al portale dell’ente pensionistico.
Questo valore non è valido per la certificazione.