Come potremo riscuotere la pensione se non si può uscire di casa non avendo c/c alle poste?

Se non hai il conto corrente postale, carta prepagata, ma nemmeno il librettino è la tua pensione non supera i mille euro puoi continuare a incassare la mensilità recandoti allo sportello postale di radicamento. Come hai fatto fino ad oggi. Chiaramente se l’ufficio di pagamento delle pensione è nel tuo comune non ci sono problemi , perchè all’interno del tuo comune con autocertificazione ti puoi spostare per questo tipo di esigenze. come fare la spesa, andare in farmacia o emergenze come può essere il prelievo. L’importante è non andare tutti giorni a prelevare, usare il buon senso è fondamentale.

Solo che da quando è iniziata l’emergenza coronavirus potrai ritirarla in contanti non più recandoti allo sportello postale il 1 del mese, come hai fatto fino a oggi. perché sono cambiati i giorni di pagamento.

Per evitare file hanno deciso di scaglionare il pagamento su più giorni. Quindi il pagamento sarà anticipato al 26 del mese e scaglionato fino a 1 del mese successivo.
Ad esempio la mensilità di aprile 2020 sarà pagata a partire dal 26 marzo, fino a1 aprile 2020. La stesa cosa accadrà per la mensilità di maggio che sarà pagata da fine aprile. E per quella di giugno che sarà pagata a partire dal 26 maggio.

Ma attenzione la pensione sarà pagata in ordine alfabetico, leggi sul sito delle poste quando potrai incassare la pensione.
Attenzione anche che sono cambiati gli orari di apertura e chiusura degli uffici postali, per questo è importante guardare sul sito delle poste quando potrai ritirare la tua pesnione. Inoltre quando vai all’ufficio postale devi mantenere la distanza di sicurezza dalle altre persone.

Visto che l’emergenza durerà a lungo ti consiglio di aprire un libretto postale per farti accreditare la pensione e usare il Postamat per prelevare. In questo momento è meglio evitare code all’ufficio postale.