Come si apre conto corrente

Dove aprire il conto corrente? Dipende dai costi, dai servizi bancari che ti servono, puoi trovare il conto conto corrente migliore per te dopo aver letto i prospetti informativi con i costi. Confrontato l’indicatore sintetico dei costi. Trovato la banca dove aprire il conto corrente più adatto alle tue esigenze dovrai andare in banca per aprire il conto corrente.
I requisiti essenziali per l’apertura del conto corrente sono due maggiore età,  non avere in corso un protesto.

Cosa serve per aprire il conto corrente.

L’apertura del conto corrente non ha costi, i documenti necessari per l’apertura sono documento di identità e codice fiscale. Se richiedi la carta di credito, oppure l’affidamento su conto corrente, dovrai presentare un documento che attesti il tuo reddito, busta paga, dichiarazione dei redditi.

Come si apre un conto corrente in banca.

Basta andare allo sportello bancario della banca che hai scelto per aprire il conto e chiedere l’apertura di un conto corrente bancario. ma prima di andare controlla su internet le offerte dalla banca, e quanto costano i conti correnti. L’impiegato della banca ti darà dei moduli da compilare e da firmare. il prospetto informativo per prendere visione dei costi del conto . Per aprire il contratto dovrai compilarlo e firmarlo. Dovrai compilare e firmare anche i moduli per i servizi di internet banking, indispensabili per gestire il conto online.

A che età si può aprire il conto corrente.

Per l’apertura del conto corrente è richiesta solo la maggiore età, non importa che tu sia lavoratore, studente, precario, disoccupato.
Una volta consegnati i moduli dovrai attendere qualche giorno per l’apertura del conto corrente.
Quando il conto sarà attivo ti consegneranno la carta di debito associata al conto. Se sei minore dovrai farlo aprire dai tuoi genitori.

Quanto tempo ci vuole per aprire il conto corrente.

I tempi di apertura sono molto brevi di solito appena usciti dalla fiiiale il conto è operativo. Ma per l’attivazione dell’internet banking servono diversi giorni. Se la banca spedisce anche le credenziali di accesso per posta.

Come aprire il conto corrente online?

Se invece hai deciso di aprire un conto corrente online molte banche consentono di aprire il conto senza recarsi allo sportello bancario fisico. Non solo le banche online, ama anche quelle tradizionali.

Alcune banche grazie alla firma digitale consentono di compilare i moduli online e inviarli senza stamparli. Per convalidare il contratto basta fare una video chiamata con la webcam dello smartphone o del computer. Per il riconoscimento dovrai inviare un bonifico.

La procedura è più complicata per le banche che ancora non usano la firma digitale, perché dovrai stampare i moduli, compilarli firmarli e inviarli alla banca dove hai deciso di aprire il conto con raccomandata, o posta prioritaria.
Ricorda che la firma deve essere leggibile e non devi inviare moduli con la firma fotocopiata, ma quella originale.
Quando la banca riceverà i moduli correttamente compilati e firmati in modo leggibile aprirà il conto.

Ricordarti prima di aprire il conto di consultare il prospetto informativo dove sono riportati i costi del conto corrente.
Dal prospetto potrai capire quanto ti costa il conto corrente all’anno e quali sono i costi del conto corrente.

Inoltre prima di aprire il conto controlla le promozioni delle banche per le nuove aperture di conto, che consentono di risparmiare  qualcosa e ottenere buoni omaggi da spendere su Amazon, o buoni benzina.

Dove aprire il conto corrente?

Banca tradizionale, banca online ma senza filiali, oppure all’ufficio postale dove conviene aprire il conto corrente? Per capire dove conviene aprire il conto corrente dobbiamo confrontare l’indicatore sintetico dei costi che troviamo nel prospetto informativo dei conti correnti. Questo indicatore ci dice in base alla nostra operatività, cioè quante operazioni facciamo in un anno, quanto ci costerà il cont occorrente. Non è un indicatore attendibile al 100%, perchè ci sono die costi come ad esempio per lo scoperto, che non vengono inseriti i nel calcolo dell’indicatore sintetico dei costi.Ma è sufficiente per capire quali sono i conti correnti meno economici. Solo dopo il confronto possiamo capire qual è il conto corrente migliore per le nostre esigenze è quello più economico. Attualmente sono pochi i conti correnti a zero costi, per chi non ha bisogno di diversi servizi bancari, tra questi troviamo il conto corrente Arancio, il conto di N26 ma solo nella versione base. Ma attenzione che se la giacenza media del conto supera i 5mila euro si paga l’imposta di bollo, quindi non sarà più gratis. Attenzione anche ai prelievi che fatti con carta di debito perchè non sono sempre gratuiti.