Come si riconosce una carta Bancomat

Questo discorso potrebbe interessare non tanto a chi utilizza le carte di pagamento dove è facilissimo riconoscere una carta di debito da una carta di credito, ma agli esercenti.
Se sei un correntista saprai che la carta di debito viene rilasciata automaticamente quando richiedi il conto corrente. Per richiedere la carta di credito devi fare la richiesta.
Mentre per gli esercenti che da qualche tempo sono obbligati ad accettare le carte di pagamento, spesso sono in difficoltà nel riconoscere una carta di debito da una carta di credito.

2) Riconoscere carta di debito.

La carta di debito la riconosci di solito perché è associata al circuito di pagamento italiano PagoBancomat.
Mentre per riconoscere una carta di debito Visa se questa è associata al circuito Visa Electron è una carta prepagata, quelle del circuito v-Pay sono delle carte di debito. Le carte Visa debit sono carte di debito. Le carte Maestro sono delle carte di debito.
Le carte Mastercard possono essere sia di debito che carte di credito.
Mentre quelle postali associate al circuito Mastercard e Postamat sono carte di debito.
Le carte di credito postali riportano i logo Bancoposta Più ma sono anche del circuito Mastercard, hanno il nome del titolare stampato sopra .
Le carte associate a Visa e American Express sono carte di credito.

3) Come riconoscere la carta di credito dal numero.

Spiegato a grandi linee come funziona entriamo nel dettaglio come si riconosce una carta di credito dal numero.
Il numero della carta di credito è stampato in rilievo, i primi quattro caratteri sono ripetuti sotto in carattere più piccolo.
Sul retro della carta è presente un ologramma, nello spazio dove si deve firmare la carta è presente una scritta che riporta il nome del circuito della carta.
Di solito le carte di credito sono associate a Mastercard, Visa, American Express.

4) Come riconoscere una carta prepagata.

Di solito le carte prepagate non hanno stampato sul fronte i numeri in rilevo, e questo è il primo particolare che le distingue dalle carte di credito. Per quanto riguarda il circuito di pagamento di solito sono Maestro, Mastercard, sotto il logo riporta la scritta prepaid, o Visa Electron. .
Anche le carte prepagate riportano l’ologramma.

5)Cos’è la carta di debito

Tra le carte di pagamento la carta di debito è la più diffusa, questo perchè viene rilasciata all’apertura del conto corrente dalla banca. cosa puoi fare con la carta di debito? Può essere usata per pagare e prelevare il denaro depositato sul conto corrente. Si chiama di debito perché quando la usi avviene un addebito sul conto corrente, e non un accredito.
L’addebito è immediato e non posticipato nel tempo, come per la carta di credito.
 E’ comoda perché puoi usarla per prelevare dallo sportello Bancomat senza fare la fila in banca.
Ma ricorda che il prelievo è gratuito se fatto presso gli sportelli della banca che ti ha rilasciato la carta.

E’ pratica perché puoi usarla per pagare le bollette sempre allo sportello automatico, ma attenzione alla commissione, oppure ricaricare il cellulare e la carta prepagata, attenzione alle commissioni, che sono riportate sul prospetto informativo del tuo conto corrente. Oppure se usi l’internet banking nella pagina delle condizioni economiche.
Ma anche pagare la spesa nei negozi che accettano le carte di pagamento, in questo caso non sono previste commissioni.
E’ utile perché consente anche di consultare saldo e movimenti del conto corrente dallo sportello ATM.

Caratteristiche della carta di debito.

E’ dotata di banda magnetica e microchip, sulla carta trovi anche stampato il numero e il titolare della carta.
Ed è associata al circuito di pagamento italiano PagoBancomat, ma esistono anche associata a due circuiti quello italiano e internazionale Maestro o Mastercard.
Oppure a quello italiano e v-Pay, oppure solo europeo v-Pay.
Come si usa la carta di debito? Quando devi autorizzare un’operazione come pagamento o prelievo è richiesto l’inserimento del pin.

La carta di debito ha un plafond massimo mensile di spesa e prelievo, di solito è di €1500, oltre al quale non può essere superato.
Inoltre si può spendere solo la disponibilità sul conto corrente.