Commercio online per fronteggiare la caduta dei ricavi

Le ricaduta del covid-19 sul commercio, non solo italiano ma mondiale, sono pesanti. Non poteva non esserlo visto che molte attività hanno dovuto chiudere. Hanno retto solo gli alimentari e beni di prima necessità .
Le difficoltà del commercio che era già in crisi sono state accentuate dal lockdown, questa non è una novità. Ma anche con l’allentamento del blocco molti settori non si riprenderanno.
E’ facile pensare che questo scenario negativo si realizzi per due motivi.

Il primo: Molte persone si ritrovano col reddito dimezzato i prezzi di molti prodotti sono aumentati e se prima acquistavano di più per paura di non riuscire ad uscire di casa per le provviste, adesso spenderanno di meno.
Puoi fare tutti i bonus fiscali che vuoi ma se alla gente non arrivano soldi da spendere è difficile che l’economia si riprenda.
E anche chi ha soldi parcheggiati sul conto corrente difficilmente li spenderà temendo che la situazione possa solo peggiorare.

Il secondo motivo: Oltre alla mancanza di denaro gli esercenti dovranno fronteggiare ricadute pesanti.
Penso alla ristorazione, oppure bar, che potranno aprire ma dovranno ridurre il numero di clienti a causa delle misure di sicurezza da adottare per ridurre il rischio contagio.
Ma anche per l’aumento delle spese dovute ad esempio alla sanificazione.
Temo che in molti esercenti prima di aprire ci penseranno bene.

Anche il settore dell’abbigliamento potrebbe subire pesanti perdite, cosa succede quando un cliente prova un vestito è non lo compra. L’abito deve essere in qualche modo sanificato?
Questi sono due esempi ma potremmo farne decine.

Attenzione al commercio elettronico che ha retto.

Il covid-19 porterà una forte riduzione dei ricavi dei negozi, supermercati, centri commerciali, e aumenterà le vendite online. Mentre il commercio online ha retto. E’ stato messo in difficoltà dal forte aumento degli acquisti, dalla chiusura della logistica, con ritardi sulle spedizioni
Se prima le persone erano diffidenti verso il commercio elettronico, adesso è iniziato quel passaggio irreversibile dal negozio fisico a quello online.

Come fare commercio online?

Fortunatamente molti settori possono reinventarsi, anche perché le spese di gestione di un negozio online sono molto basse. Creare un sito web grazie a software open source è semplice. E anche chi non è capace di allestire un sito internet, oppure non vuole affidarsi a un professionista, può utilizzare servizi online come ad esempio Amazon o ebay. Potrebbe essere questa la strada per evitare la riduzione dei ricavi?