Limite pagamento contanti 2019

Qual è il limite di pagamento in contanti?
Anche nel 2019 il limite di pagamento in contanti è di €3000, non è cambiato nulla rispetto al 2018. L’ultima modifica risale al 2016 quando la soglia di tracciabilità è passata da €1000 a €3000.
Sopra questa soglia si devono usare strumenti che lasciano traccia come ad esempio carta prepagata, carta di debito, carta di credito, bonifico.
Anche se qualche giornale in comincia a scrivere che il limite di pagamento in contanti nei prossimi mesi potrebbe essere modificato, vedremo.

Quando cambierà la soglia di tracciaiblità?

Ma se il 2019 non cambia nulla, da luglio 2020 si cambia di nuovo, la soglia di tracciabilità passerà da 3mila euro a 2mila euro. Nel 2021 scenderà ancora a mille euro.

Spese sopra la soglia di tracciaiblità come pagare per evitare problemi col fisco.

Facciamo un esempio se devi pagare l’idraulico e la spesa è inferiore a €2999, fino a giungo 2020, puoi pagare in contanti.
Se l’importo da pagare è superiore a €3000 non puoi pagare in contanti ma con bonifico .

Un altro esempio il pagamento delle imposte, se devi pagare le tasse come Imu e Tasi e sei un privato anche se l’importo supera i mille euro puoi ancora pagare in contanti.
Se invece l’importo da pagare supera €2999 non puoi pagare in contanti.

Canone di locazione casa si può pagare in contanti?

L’affitto della casa puoi pagare in contanti fino a €2999.