Si riaprono i confini dove possono andare gli italiani?

Giustamente ogni governo cerca di proteggere i propri cittadini dal rischio contagio è applica procedure e regole diverse. Così spostarsi anche solo nell’Unione Europea è diventato un problema. Fortunatamente ci sono dei paesi che hanno avuto un minore numero di contagi rispetto ad altri, e sono proprio questi paesi che applicano regole più stringenti nei confronti delle Nazione che hanno un numero maggiore di contagiati.

Dove non possono andare gli italiani all’estero?

Ci sono dei posti all’estero dove gli italiani possono andare solo per motivi di lavoro. Alcuni consentono l’ingresso sia per lavoro che per turismo come ad esempio la Croazia dove gli italiani possono andare per lavoro o turismo, ma è obbligatorio presentare la prenotazione di una stanza in hotel. Nel Regno unito si potrà entrare dall’8 giugno ma si dovrà rimanere in quarantena per 14 giorni. In Germania è consentito l’ingresso ai cittadini dell’Unione Europea. In Spagna si potrà andare in vacanza da luglio. In Francia dal 15 giugno ma si dovrà presentare la dichiarazione di assenza di sintomi covid-19.

Gli italiani non potranno andare in Austria, in Svizzera si potrà andare dal 15 giugno. La Grecia che in un primo momento aveva deciso di mettere in quarantena i voli in partenza da Emilia-romagna,Lombardia, Piemonte, Veneto forse fino a luglio, sembra che abbia fatto un passo indietro .

Ma la Grecia che ha un sistema sanitario pubblico senza risorse al limite del collasso anche senza emergenza covid-19, e sta cercando di uscire da una forte crisi economica possiamo capirla.