Sono sicuri i conti correnti online, possiamo fidarci

Fineco è la prima banca online in Italia è nata alla fine degli anni 90 .
L’ultima in ordine di tempo è la banca online Widiba che fa parte del Monte Paschi di Siena.
Ma l’elenco delle banche online comprende anche IWBank, Webank, Youbanking, Hello Bank, Che Banca, ING direct banca del conto corrente Arancio.

Sono sicuri i conti correnti online?

Per accedere al conto corrente online si devono inserire dei codici pin e password.
Credenziali di accesso che la banca rilascia al titolare del conto corrente quando apre il conto. Password e pin possono essere modificati in qualsiasi momento.
Di solito vengono consegnate separatamente e in due buste chiuse.

In quanto a sicurezza il livello è aumentato notevolmente negli ultimi anni. Le banche adottano procedure per evitare prelievi non autorizzati. E sistemi di sicurezza per evitare accessi indesiderati. Per accedere al conto corrente si devono digitare dei codici come pin e password.
Molte banche quando si effettua un bonifico richiedono l’inserimento di una password usa e getta.
Che viene creata con un token  dato in dotazione al correntista dalla banca.
O inviata dal sistema via sms sul cellulare del titolare del conto corrente.

Anche se dobbiamo dire che non si conoscono numeri ufficiali di quanti conti correnti in questi anni sono stati violati, e quali sono state le principali cause che hanno portato ad accessi non desiderati sui conti correnti.
Ma possiamo dire che gli strumenti realizzati da banche e poste sono sufficienti per garantirci un discreto livello di sicurezza. Il resto dobbiamo farlo noi e cercare di prevenire il male, in che modo?

La sicurezza del conto corrente online dipende anche dal nostro comportamento.

Ricordate che dovete custodire con cura i dati di accesso del conto corrente, non dovete comunicarli a terzi.
Inoltre dovete prevenire i tentativi di phishing, truffa informatica che tramite e-mail cerca di recuperare in modo fraudolento le credenziali di accesso del conto corrente.
In caso il correntista sia vittima di addebiti ingiustificati deve comunicarlo immediatamente alla propria banca.

Cambiare le credenziali di accesso al conto corrente.
E chiedere rimborso delle somme addebitate ma non riconosciute.
Anche la banca ha dei doveri nei confronti del correntista e deve monitorare le operazioni sospette e segnalarle prontamente al correntista.
Sono diverse le persone che si sono visti svuotare il conto corrente e si sono rivolti al Tribunale per ottenere un risarcimento. E sono tanti i casi dove le banche sono state condannate a risarcire il correntista.

Alcuni consigli aumentare la sicurezza del conto corrente online.

Tocca al titolare del conto corrente mettere in pratica alcune misure per aumentare il livello di sicurezza.
Come evitare di salvare i dati di accesso pin e password sul computer, perché basta aprire una e-mail pishing, che contiene un allegato con trojan.
Che va a caccia di dati sul pc che viene infettato, per vedersi il conto corrente svuotato.

1)Mai  rispondere  a e-mail dove chiedono dati bancari.

2) Non aprire gli allegati perché spesso contengono virus e trojan che una volta aperti si installano sul computer e non facile individuarli.

3) Non dare a nessuno amici, parenti i dati di accesso del conto corrente online, in futuro potrebbero essere proprio loro a svuotarvi il conto.

4) Non ci credi? Eppure e così, come dice il detto chi trova un amico trova un tesoro. Scherzo ovviamente se dovi delegare qualcuno ad operare sul tuo conto online assicurati che sia una persona fidata.
Mai memorizzare la password e pin nel proprio browser, non è sicuro.