Widiba sono sicuri i suoi conti correnti?

Widiba chi è, cosa fa.
Il suo nome è l’acronimo di tre parole inglesi WIse, DIalog, BAnking
Ed è stato scelto tramite bando pubblico.
E’ sicuramente una delle banche online più innovative, in passato ha avuto una politica commerciale aggressiva per attirare nuovi correntisti.

E’ una banca online nata di recente, tieniti forte perchè adesso sto per dirti chi è l’azionista di maggioranza di Widiba.
Fa parte del gruppo Monte Paschi di Siena che ne detiene la maggioranza, non storcere il naso è indipendente. Il suo management sta facendo di tutto per conquistare la fiducia dei correntisti italiani. Operazione non facile vista la reputazione di MPS. In ogni caso i sui conti correnti sono garantiti fino a 100mila euro dal Fondo Interbancario.

Quanto è sicura Widiba.

Adesso veniamo alla parte più importate, quanto è sicura, quanto è solida Widiba, possiamo fidarci?
Per quanto riguarda la solidità della banca abbiamo già detto che Widiba fa parte del gruppo MPS ma è indipendente. In caso MPS avesse dei problemi il tanto temuto bail-in non dovrebbe applicarsi alla sua controllata Widiba, in teoria non dovrebbero esserci problemi.

Ma stiamo parlando di un territorio mai esplorato fino ad ora, e non abbiamo la certezza al 100% che in caso MPS finisca a gambe all’aria oltre a mettere a rischio i correntisti del Monte Paschi, non trascini anche quelli di Widiba.
Widiba, tra le banche online è quella che nel 2015 aveva cet1 vicino al 60%molto alto. Nel 2017 è sceso a 33,47, nel 2019 al 20,19% .
Ma questo si spiega con il fatto che Widiba concede pochi mutui e finanziamenti. Ha aumentato i clienti perchè molti correntisti MPS sono stati trasferiti a widiba.

Advertisements

In caso di bail-in per MPS cosa succede a Widiba?

Peccato per quel legame con l’azionista di maggioranza Monte Paschi di Siena, che ne mina la fiducia. Widiba gran parte dei soldi che raccoglie sul web li trasferisce a MPS.
Cosa accadrebbe a Widiba se MPS non fosse in grado di rimborsare quei crediti?
Nulla di illegale, intendiamoci, anche Fineco per anni ha investisto gran parte delle disponibilità dei suoi correntisti in obbligazioni Unicredit che era azionista di maggioranza di Fineco.